» I Dintorni

...

La Spezia




Golfo dei Poeti

“Non vi è seno naturale o porto in tutto il Mediterraneo che meglio si presti a dare asilo al naviglio e dove sia più facile e sicuro manovrare…” Protetto dai venti di settentrione, ricco di approdi naturali, con l’epoca d’oro della navigazione a vela il Golfo diviene famoso nel mondo. Se Petrarca, giungendovi su una leggera felucca, rimane incantato dalle sue bellezze naturali, Napoleone Bonaparte progetta per il Golfo il più grande porto militare d’Europa. La Spezia è una bellissima città nel Golfo dei Poeti, da percorrere a piedi in tranquillità per scoprire tutti i suoi tesori. Partendo dal Molo Italia, approdo dei vaporetti, attraverso gli storici giardini pubblici con il Palco della Musica, gioiello Liberty, si raggiunge Via Chiodo con i suoi bellissimi portici e Via Prione, carugio vivo della città storica. Qui spicca il Teatro Civico, progettato da Franco Oliva, e poco più avanti si scorge un tratto delle mura del Seicento; un tempo qui c’era la Porta della Marina che immetteva nella città murata, proprio nel suo cuore. Da visitare i seguenti musei: Tecnico Navale, Diocesano, Etnografico, Amedeo Lia, CAMeC ed il Museo del Sigillo; l’Accademia Capellini e la bellissima Piazza Sant’Agostino con il busto della Contessa di Castiglione. Da Via Prione si raggiunge il “Poggio”, una piccola collina dove sorge il magnifico Castello San Giorgio, sede delle Civiche Collezioni Archeologiche: un lembo delle sue mura esterne scende verso Piazza Sant’Agostino. Si prosegue in direzione di Piazza del Mercato, cuore pulsante della città. Attraverso l’Alta Via del Golfo o “Sentiero dei Poeti”, un sistema di sentieri che collegano Bocca di Magra (Ameglia) a Portovenere, lungo le colline che incorniciano il Golfo della Spezia, si possono ammirare paesaggi stupendi. Infine, il Palio del Golfo e la Festa della Marineria richiamano visitatori da ogni parte del mondo.
...

Lerici




Golfo dei Poeti

“Vaghiamo in questa deliziosa baia nella brezza della sera e sotto la luna estiva finchè la terra ci appare un altro mondo”. Così Percy B. Shelley descrive la baia di Lerici. Lerici, di origine romana, è un grazioso borgo marinaro dominato dal suo castello medievale, ora sede del Museo Geopaleontologico. La mitezza del clima e la piacevolezza del paesaggio rendono Lerici la meta ideale, in ogni stagione, per lunghi soggiorni o per un weekend all’insegna del sole, dell’arte e della buona cucina. Il territorio di Lerici è compreso nel Parco Naturale Regionale di Montemarcello-Magra-Vara, un’ampia area protetta dominata dalla macchia mediterranea. Si consiglia di esplorare le acque della Caletta di Lerici, un’insenatura naturale stupenda dove sono stati rinvenuti i resti di una nave romana lì naufragata. Sicuramente da vedere la Cappella gotica di Sant’Anastasia all’interno del Castello e la torre esagonale, l’Oratorio di S. Rocco con la tela di Giovanni Battista Casoni, la Chiesa di San Francesco con le due tele del Fiasella, Palazzo Doria con il suo museo. Da Piazza della Repubblica si ammira il porticciolo con il sentiero panoramico che da una parte conduce al Castello e dall’altra, attraverso una bellissima passeggiata lungomare, arriva fino alle spiagge della Venere Azzurra e di San Terenzo. A Lerici è possibile visitare: Ca’ Doria, Ca’ Rugia, Villa Padula e Palazzo Marchesi Ollandini; Villa Magni e la Serenella a S. Terenzo; Villa Pernigotti, Villa Marigola con il suo “Giardino all’Italiana” e Villa Petriccioli alla Venere Azzurra; la Casa Rosa di Lawrence a Fiascherino. Di grande attrattiva naturalistica il Monte Caprione, Punta Bianca, Punta Corvo ed i borghi storici di Montemarcello ed Ameglia.
...

Portovenere e le sue Isole




Golfo dei Poeti

Portovenere è un borgo marinaro antichissimo e famoso per l’impareggiabile contesto ambientale nel quale è inserito e per le sue colorate case a torre allineate sulla calata Doria. La punta con la Chiesa di San Pietro in stile gotico-genovese, Le Bocche e le isole costituiscono un paesaggio unico frequentato da moltissime persone provenienti da ogni parte del mondo. La Chiesa di San Lorenzo, in stile romanico, conserva l’altare della Madonna Bianca e la “trave delle relique”. Rilevante il massiccio castello genovese sovrastante che oggi ospita mostre d’arte. Di fronte a Portovenere, sulla costa ovest dell’isola Palmaria, la Grotta Azzurra di origine vulcanica e gli scali delle Cave di Marmo Portoro sono paradisi da esplorare. Segue, attigua, l’isola del Tino con il suo faro e l’area militare, il santuario di San Venerio e l’incontaminata vegetazione mediterrranea; infine l’isola del Tinetto, uno scoglio proteso verso sud dove si trovano i resti di un antico convento. Ogni 17 agosto ricorre la celebrazione della Madonna Bianca, la protettrice degli abitanti del borgo. Nel grazioso borgo antico delle Grazie ogni 8 settembre si celebra la Madonna delle Grazie, il cui santuario fu eretto nel luogo dell’abbazia degli Olivetani.
...

Cinque Terre




Da Riomaggiore a Monterosso

Le Cinque Terre sono composte dai borghi di Riomaggiore, Manarola, Corniglia, Vernazza e Monterosso. Per la rarità della flora e della fauna e per l’unicità del loro ambiente, sono diventate Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco nel 1998 e Parco Nazionale nel 1997, Riserva Marina nel 1999 e fanno parte del Santuario Internazionale dei Cetacei. Le fragile rocce a strapiombo sul mare sono state modellate dalla mano dell’uomo in terrazzamenti sorretti da muri di pietre a secco, i famosi muretti a secco, in cui crescono vigneti che producono rinomati vini DOC tra cui il prezioso “Sciacchetrà” L’intera area è attraversata da una fitta rete di sentieri percorribili a piedi, di vario tipo di difficoltà, che collega gli antichi borghi. E’ importante richiedere al personale delle stazioni ferroviarie delle 5 Terre o ai preposti uffici dell’Ente Parco, presenti in ciascuna terra, informazioni riguardanti l’apertura dei sentieri. Tutti I borghi sono serviti, oltre che dalla ferrovia, da un servizio battelli giornaliero che li collega, in estate, con il Golfo della Spezia, la Riviera e la Versilia. In alto, la “Via dei Santuari” unisce dal medioevo i Santuari Mariani a cui gli abitanti sono molto devoti; da qui si diramano molti sentieri verso la Riviera e la Val di Vara.
...

Luoghi da Visitare




La Toscana

L’affittacamere “Gardenhouse Sarzana” consiglia inoltre di visitare comodamente in treno o in autovettura i seguenti luoghi turistici della Toscana, raggiungibili tutti in breve tempo.
Lucca con le sue poderose mura cinquecentesche che la racchiudono: il Duomo di Lucca, Piazza S. Martino, Palazzo Ducale, la Chiesa di San Romano e la Chiesa di Sant’Alessandro, Palazzo Mansi e Palazzo Giunigi, la Chiesa di San Francesco e Piazza San Michele.
Massa, città con forti legami con Carrara, vanta la Rocca o Castello Malaspina, Palazzo Ducale, il Duomo, Piazza Aranci ed il Castello Aghinolfi nel comune di Montignoso.
Forte dei Marmi, rinomata località di villeggiatura sul mare e meta dello shopping nelle sue esclusive boutiques, ospita il Museo Ugo Guidi, la Chiesa di Sant’Ermete, il Forte Lorenese o “Fortino”, il Museo della satira e della caricature, Piazza Navari e la Pineta Emilio Tarabella.
A Pietrasanta, bellissimo borgo antico e città natale di Giosuè Carducci, è consigliabile visitare il Duomo con la sua Piazza, il Museo MuSA, il Museo archeologico versiliese “Bruno Antonucci”, Palazzo Pretorio, Palazzo Moroni, La Rocca di Sala ed il Festival La Versiliana.
Marina di Carrara, oltre al caratteristico centro storico, possiamo ammirare la Chiesa Parrocchiale, di antica fondazione, che conserva ancora oggi pregevoli opere d’arte e le sue innumerevoli bellezze naturalistiche. La vicina Carrara, rinomata per le sue Cave di Marmo.
Pisa, con Piazza del Duomo che ospita la magnifica Torre di Pisa, la Cattedrale, il Camposanto monumentale, il Battistero di San Giovanni ed il Museo dell’Opera del Duomo. Da visitare anche Piazza dei Cavalieri con il Palazzo della Carovana e la Chiesa di Santo Stefano dei Cavalieri, la Chiesa di Santa Maria della Spina, il Museo delle Sinopie, Palazzo Blu e la Certosa di Pisa.
Firenze, bellissima città d’arte per eccellenza, ospita molti capolavori dell'arte e dell'architettura rinascimentale. Must assoluti: la Cattedrale di Santa Maria o Duomo di Firenze con il Campanile di Giotto e la Cupola del Brunelleschi in Piazza del Duomo, la Galleria degli Uffizi, la Loggia dei Lanzi, Palazzo Vecchio, Ponte Vecchio, il Corridoio Vasariano, la Fontana del Porcellino, Palazzo Pitti, il David di Michelangelo, Piazza della Signoria con la Fontana del Nettuno, la Galleria dell’Accademia di Firenze, la Basilica di Santa Croce, il Battistero di San Giovanni, il Giardino di Boboli ed il Giardino Bardini, Piazzale Michelangelo, il Museo Nazionale del Bargello e quello di San Marco, le Basiliche di San Lorenzo, Santa Maria Novella e Santo Spirito, Piazza della Repubblica, I Musei del Bargello con le Cappelle Medicee, il Museo dell’Opera di Santa Maria del Fiore, Palazzo Medici Riccardi, l’Abbazia di San Miniato al Monte, Palazzo Strozzi, Palazzo Castellani con il Museo Galileo ed il Forte Belvedere.